Marc Dorcel

Produttore cinematografico e regista, ma prima ancora disegnatore, tecnico industriale, imprenditore, editore e commerciante. Marc Dorcel, può raccontare di aver contribuito in maniera quasi esagerata allo sviluppo dell’industria pornografica in Europa e nel mondo.
Si tratta di uno dei nomi più importanti e ingombranti del panorama pornografico mondiale.
Un’etichetta di altissimo profilo per quanto riguarda il cinema hard.
Marc Dorcel è sinonimo di successo e chiunque arrivi alla corte del produttore francese può dire di aver compiuto un passo importante nella propria carriera.

Marc Dorcel, pseudonimo di Marc Herskovits, nasce a Parigi.
Suo padre è sarto e non sostiene mai le aspirazioni artistiche del giovane, il quale studia disegno industriale e si diploma come tecnico per macchine da cucire.
Ma le sue ambizioni prendono presto il sopravvento. Appena maggiorenne, apre una libreria nel quartiere parigino di Pigalle diventando in breve tempo un punto di riferimento per la letteratura erotica del tempo.

 

 

Il primo successo è Ursula, che vende 30mila copie e fa da apripista a una serie di fotoromanzi erotici di primo livello. Dalla carta stampata il salto verso il video è abbastanza breve.
L’intuizione di Dorcel è proprio quella di traslare i fotoromanzi porno su videocassetta senza badare interessarsi troppo al cinema da sala.
La prima produzione è Jolies Petites Garces, 53 minuti di film con protagonisti Marilyn Jesse e Piotr Stanislas.
Il boom è immediato e, benché Marc Dorcel di cinema ne capisca veramente poco, il suo nome compare alla voce regista, produttore, sceneggiatore, costumista e anche truccatore. Successivamente incontra Michel Racaud, regista con il quale crea un sodalizio che durerà fino alla morte di quest’ultimo, nel 1993.
Il cinema di Dorcel e Racaud inaugura il filone artistico del “porno chic”, un cinema di alto livello molto attento alle ambientazioni, ai costumi e alla cura di dialoghi e particolari.
Nel 1979, Marc Dorcel fonda la Video Marc Dorcel, e l’azienda diventa in breve tempo una multinazionale del porno.
Poi è la volta dei Dorcel Store, degli accordi di distribuzione di film all’estero, quindi viene inaugurata persino una tv via cavo, Dorcel Tv, e con l’avvento di internet si naviga su tutti i canali che la rete mette a disposizione: dai siti internet alle piattaforme di video on demand, dai magazine online a veri e propri format televisivi.
Nel 1986 la Canal+ trasmette per la prima volta un film pornografico francese prodotto, manco a dirlo, da Marc Dorcel. Nel 1991, poi, l’azienda lancia Fortitude, una serie di ben cento documentari sul mondo del cinema per adulti. E nel 1995 stipula un contratto di altissimo livello con l’attrice francese Laure Sinclair, che diventa testimonial e ambasciatrice del marchio.
Il 1998 è l’anno del lancio del sito internet aziendale. Inizialmente il portale fa da supporto alle attività tradizionali di vendita, ma oggi costituisce quasi un mondo a parte. Uno dei siti di contenuti hard più visitati al mondo che offre la possibilità di vedere anteprime, acquistare film, noleggiare contenuti singoli o in abbonamento.
L’Europa è conquistata. Non resta che superare anche l’oceano e approdare negli Stati Uniti.
E Marc Dorcel riesce in questo suo intento firmando una collaborazione prima con la Vivid Entertainment e successivamente con la Wicked Pictures, due delle case di produzione più importanti del panorama pornografico statunitense.
Nel 2002 avviene il lancio di DorcelVision.com, portale interamente dedicato ai video on demand che genera un giro d’affari di 250mila euro al mese. Nel 2006, è il 1° marzo, nasce Dorcel Tv, un canale via cavo, satellite e internet che trasmette soltanto film per adulti che irradia anche in Belgio, Paesi Bassi e Svizzera.
Ma si tratta soltanto di alcuni dei primati stabiliti da Marc Dorcel e dalla sua azienda.
Perché il 2008 è l’anno di Casino: No Limit, un film hard dal costo di 200mila euro, il più costoso in Francia e uno dei più costosi nella storia.
Nel 2010 esce Kama-Sutra, il primo film pornografico in 3d, cui segue l’inaugurazione di una sezione di video on demand in 3d sul portale DorcelVision.
Infine, nel 2011, l’azienda lancia la prima iniziativa di porno crowdfunding, allo scopo di produrre Mademoiselle de Paris, film cui partecipano più di mille fan con la possibilità di scegliere sceneggiatura, casting, fotografia e inquadrature.
E nello stesso anno viene messo online il sito internet Dorcelle.com, destinato al pubblico femminile. Persino Lars von Trier, siamo nel 2012, si rivolge a Marc Dorcel per parte del casting di Nynphomaniac.
Insomma, la storia di Marc Dorcel è una storia fatta di tante iniziative, ma è anche una fatta di tantissimi premi, dagli Avn Awards (10) agli XBIZ (14), dai Prague Erotica Sex (22) agli European X (35), dai Ninfa (18) agli Hot D’Or (47) per finire con l’ingresso nella Avn Hall of Fame avvenuto nel 2015. E non è ancora finita.