Riley Steele

riley-steele-sul-set
riley-steele-nuda-sul-divanoriley-steele-
riley-steele-sexy-blonde
riley-steele-in-topless

È una porno star totale, capace di vincere oltre 20 premi e ricevere 40 nomination durante la sua carriera iniziata nel 2008. Biondissima e dal profilo longilineo, è il talento che fa la differenza quando parliamo di Riley Steele. Un corpo perfetto, atletico, e poi un volto indimenticabile, da bambola di porcellana. La sua capacità nelle recitazioni hardcore l’ha portata molto lontano, e stando ai suoi ultimi post sui suoi profili web, la carica è ancora molta. Dunque, potremmo abbandonarci a lei ancora per molti anni, e chissà quali sorprese sempre nuove ci riserverà Brittni Anne Palmer.
Un nome comune, un cognome ancor più comune, lei è una ragazza che fino ad un certo punto della sua vita rimane nei sogni di tutti gli adolescenti suoi coetanei. Nata nell’agosto del 1987 a San Diego, è studentessa e poi impiegata presso il bar di un centro golf della zona. Chissà quanti clienti avranno frequentato quei posti solo per vedere la bella Brittni, ignari, come lei stessa, di quello che sarebbe successo di lì a poco.
Brittni è infatti un tesoro prezioso per il porno mondiale rimasto nascosto fino al 2005. In questo anno, la scoperta del talento di Brittni si deve alla pornostar Jesse Jane che la incontra sul set del film Pirates, produzione alla quale stava collaborando. Jasse Jane se ne innamora, professionalmente parlando, e le consiglia di tentare la strada del sesso in tv lasciandole il suo biglietto da visita.
Ma cosa ci faceva Brittni sul set di una produzione hard? Benché non seriamente interessata, la futura Riley si trovava dalle parti di Hollywood per partecipare alle audizioni del film dove si esibiva appunto Jasse Jane, la sua attricetta preferita. E perché una giovane e sensuale americana media era fan delle forme ardite di Jasse Jane e non dei muscoli di qualsiasi altro attore porno? Perché, come dichiara lei stessa, ha scoperto la sua bisessualità molto presto.
Sciolti i dubbi iniziali, Brittni esce dal bocciolo e diviene Riley Steele. Passano in realtà 2 anni dall’incontro fatidico con Jesse Jane quando, nel 2008, Brittni (che d’ora in poi chiameremo Riley) decide di liberare la sua personalità sopra le righe e si rivolge direttamente al meglio in circolazione: Joone, il fondatore della Digital Playground Production, una delle principali major del settore per adulti in USA.
Anche Joone si innamora, professionalmente parlando, di Riley, e gli propone un contratto in esclusiva il giorno stesso della chiamata. Il suo primo film è Naked Aces 5 (2008), seguito poco tempo dopo dal sequel del film Pirates, Pirates II: Stagnetti’s Revenge. La sua filmografia annovera oggi titoli di eccellenza, soprattutto quelli realizzati con Axel Broun Peter Pan XXX, Barbarella XXX e Snow White XXX.
È l’incredibile reginetta del film Body Heat (2010) nel quale ritrova la sua musa ispiratrice Jasse Jane assieme ad altre pornoattrici di livello come Kayden Kross, Katsuni e Raven Alexis, e tutte loro realizza la Miglior Scena Lesbo di Gruppo secondo la giuria degli AVN Awards 2011. Nella stessa edizione degli Awards del porno si aggiudica il premio per la Miglior Scena di Sesso Selvaggio scelta dai fan.
Fra i riconoscimenti più importante che Riley vince nella sua carriera ci sono quello di Crossover Star dell’anno 2011, e quelli come Miglior Corpo, Miglior Porno Star, Scena Sexy più Hot, e Regina di Twitter agli AVN Awards del 2012, tutti premi rientranti nella categoria delle preferenze del pubblico. Il più recente riconoscimento fra i 20 a lei assegnati è invece quello come Miglior Attrice di Parodia XXX vinto agli XBIZ Awards del 2016 per la sua performance in Barbarella XXX: An Axel Brown Parody.
Nota anche al di fuori del porno, curatissimo è il suo profilo Twitter attraverso il quale gestisce il suo prezioso rapporto con i fan e li tiene costantemente aggiornati sulle sue avventure professionali e non. Stesso discorso per altri canali social, quali Instagram, Facebook (ma non ufficialmente) e Pinterest. Ben fornito, anche il suo sito internet ufficiale.
Nella vita privata Riley è titolare di una licenza come agente immobiliare e dice di volersi dedicare ancora con grande passione ed energia al cinema porno, settore nel quale ha ancora molte carte vincenti da poter giocare. Getta tutti nel panico quando nel 2013 annuncia il suo ritiro dall’industria, ma un bluff messo in atto dalla piccante biondina solo per saggiare le reazioni di tutti quanti. Se fino a quel momento aveva dei dubbi sul numero dei suoi fan, ora non potrà più dirsi inconsapevole del suo successo.