Phoenix Marie

phoenix-marie-in-posa-sul-divano
phoenix-marie-in-posa-sul-set
phoenix-marie-milf
phoenix-marie-nuda-in-piscina

Direste mai che una bionda con lo sguardo ammaliante, con un corpo splendido e con una frizzante personalità che dimostra sul set così come nella vita privata, possa essere timida? Bene, non avete ancora conosciuto Melissa Marie Hutchison, in arte Phoenix Marie o anche Phoenix Marizzle. Si tratta di una delle pornodive più amate negli Stati Uniti, un personaggio che ha saputo sconfiggere la propria timidezza con un’esuberanza e un senso artistico non indifferenti.
È nata a Riverside (sud della California) Phoenix Marie. Lì ha studiato ed è cresciuta, spostandosi periodicamente in Arizona ma tenendo la California come riferimento di vita. È lì ha iniziato a cimentarsi nelle sue passioni. Phoenix Marie ama ricostruire auto e moto d’epoca, una moda molto in voga sulla west coast statunitense, ma ama anche stare all’aperto, fare sport estremi e andare in bicicletta, giocare a calcio, hockey e baseball. Passioni giovanili che l’attrice nata nel 1981 si porta dietro da quando era bambina. Passioni che inizialmente la mettono a proprio agio e come da lei dichiarato la aiutano a sbloccarsi e a socializzare, la aiutano insomma a sconfiggere una timidezza di fondo che le crea sin da giovane parecchie difficoltà.
Ma l’opera la completa il mondo del cinema per adulti. Siamo nel 2006 e Melissa Marie Hutchinson passa una serata in discoteca in compagnia degli storici amici. Un buttafuori l’avvicina informandola di avere una parentela stretta con un agente cinematografico. La 25enne di Riverside abbocca alla proposta e decide di tentare l’ingresso in un mondo che fino a poco tempo prima non era altro una sorta di pensiero proibito che si presentava ogni tanto nella mente della giovane californiana e che in un secondo momento diventa argomento di studio. È la stessa Melissa a chiarirlo in più di un’intervista: ha letto tanto a proposito di uomini, porno e sesso. Un piccolo bagaglio di conoscenze che la bionda californiana riesce a mettere in pratica sui set cinematografici a stelle e strisce. Ma il primo set cinematografico segna la personalità di Phoenix Marie in maniera esagerata. Da ragazza timida e sempre sulle sue, Melissa diventa una donna esuberante e sicura di se, capace di stupire il proprio pubblico con performance sempre di alto profilo, capace di attirare gli sguardi del mondo intero, capace di conquistare premi e riconoscimenti in lungo e in largo in tutti gli Stati Uniti d’America. Melissa diventa definitivamente Phoenix Marie e sboccia in tutta la sua bravura. I pensieri della giovane Melissa diventano azione nella mente e nel corpo della matura Phoenix Marie. E il successo è immediato. Nel 2007 escono Brand New Faces 2, Chocolate Lovin' Moms 4, Lex Steele XXX, Stretched Out Snatch 7, mentre l’anno successivo Phoenix Marie corre da un set cinematografico all’altro, scoprendo il mondo del cinema hard e scoprendosi sempre più a proprio agio davanti all’occhio della macchina da presa. Case di produzione come Evil Angel, Hustler, Bang Bros e Penthouse si contendono a colpi di contratti le sue prestazioni artistiche e nel 2008 i film all’attivo per la milf californiana diventano quasi 60, 20 Questions, Bad Azz, Behind the Cyber Door, In Your Face sono solo alcuni.
Anche nel 2009 gli agenti bussano continuamente alla porta di casa Hutchinson. E Phoenix Marie risponde presente, guadagnandosi anche ben tre nomination agli Avn Awards del 2010: per la miglior scena di sesso anale (Ass Worship 11), per il titolo di stella nascente dell’anno e per quello di stella del web. Nel 2011, sempre agli Avn Awards, ottiene una nuova nomination per aver preso parte alla miglior scena di sesso di gruppo nel film F for Francesca girato in compagnia di Kelly Divine, Jasmyn Jolie e Francesca Lè. Nel 2012 le nomination sono cinque: miglior scena di sesso di gruppo lesbo nel film Prison Girls con Jayden James e McKenzie Lee; miglior scena di sesso di gruppo nel film Ass Worship 13, con Jules Jordan, Criss Strokes e Mark Wood; miglior scena di sesso a tre per l’interpretazione offerta in Internal Damnation 4 con John Strong e Mark Wood; miglior scena di sesso anale per Dynamic Booty 6 girato con Prince Yahshua; miglior performer dell’anno. Ad esse va aggiunta la nomination ottenuta agli XBIZ Awards come stella nascente dell’anno per quel che riguarda il cinema a luci rosse. Sempre per quanto riguarda gli Avn Awards, Phoenix Marie ottiene la nomination come miglior milf dell’anno nel 2013 e ancora due  nomination per la miglior scena di sesso a tre nel film Lex the Impaler, dove ha recitato insieme a Jada Stevens e Lexington Steele e per la miglior scena di sesso in POV per il film Lex’s Point of View. Siamo nel 2015. È vero, la bionda di Riverside non ha ancora ottenuto premi, ma le tante nomination di cui si può vantare lasciano presagire che presto un riconoscimento di alto livello potrebbe trovare posto nella sua bacheca.